Conversazioni 1953

Scarica i file mp3

Compra il libro presso Macrolibrarsi

Tra il giugno del 1951 e il marzo 1953 non ci furono “Conversazioni”, ma quelle che sono state definite le “Classi di traduzione” in cui la madre traduceva in francese certe opere di Sri Aurobindo, tra cui L’ideale dell’Unità umana, Il Ciclo Umano, l’ultimo sei capitoli della Vita Divina e una parte dello Sintesi dello Yoga. Tuttavia, durante tutto questo periodo la Madre continuò a parlare con i bambini, senza che le conversazioni venissero registrate in modo coerente.

La Madre era presente la sera al Playground dell’Ashram durante l’addestramento dei capitani del Dipartimento di Educazione Fisica. Mentre osservava i loro esercizi, alcuni bambini vennero e si sedettero al suo fianco; erano una nuova generazione, molto più giovane di quella presente durante i colloqui precedenti nel 1950-51. Iniziarono a porle delle domande. Con il crescere del loro numero, la Madre cominciò ad incontrarli in un’aula ogni mercoledì. Più tardi, gli insegnanti e i discepoli si unirono ai bambini, e quando l’aula divenne troppo affollata, gli incontri si svolsero nel cortile all’aperto. In questo modo, i cosiddetti “Incontri del mercoledì” iniziarono nel marzo del 1953 e continuarono fino al novembre 1958.

I primi otto discorsi del 1953 furono annotati dai discepoli, il resto fu registrato su nastro. Durante i discorsi del 1953, La Madre di solito legge un testo da uno dei suoi lavori, poi commenta o risponde a domande su di esso. La maggior parte delle citazioni testuali in questo volume proviene dai suoi discorsi nel 1929; intitolati Conversazioni con la Madre, Parole della Madre e infine Conversazioni.

Precedente Mére, Il Materialismo Divino (Satprem) Successivo Émile Coué - Affermazioni di guarigione